Europa, memorie e valori condivisi – Incontri con le Scuole

By   /  12 dicembre 2019  /  No Comments

 

L’Europa è molto più di un accordo di libero scambio. Essa incarna lo sforzo di raggiungere un’unità politica alle cui fondamenta c’è il rispetto delle libertà e della dignità dell’uomo”. Con queste parole il prof. Massimo Pendenza, docente dell’Università di Salerno e direttore del Centro Studi Europei (CSE) attivo presso il Dipartimento di Studi Politici e Sociali, ha inaugurato le attività della seconda edizione (2019/2020) del Modulo Jean MonnetEuropean Culture and Memories” (EuCuMe) alla presenza degli studenti e dei docenti delle Scuole superiori in visita alla Mostra “Io sono Anne Frank”, ospitata dalle strutture della mediateca “Marte Live” di Cava de’ Tirreni (Salerno).

Nel corso della prima di una serie di Tavole rotonde, che si terranno sino al 20 dicembre 2019 in concomitanza con la mostra, sono intervenuti la dott.ssa Beatrice Benocci e il dott. Dario Verderame che hanno sottolineato come “in un momento di crisi del progetto europeo, come quello attuale, sia quanto mai urgente e necessario ricostruire un senso di appartenenza all’Europa sulla base di memorie condivise e di eventi traumatici come la Shoah” e come tali memorie “possano fungere da argine per il riproporsi, oramai sempre più frequente tra i giovani europei, di fenomeni di intolleranza, xenofobia e antisemitismo”.

Le date degli incontri, gratuiti e aperti agli studenti e alla società civile, sono:

12-13 dicembre 2019 dalle ore 12 alle 13
19-20 dicembre 2019 dalle ore 12 alle 13.

Per maggiori informazioni, scrivere a:

dverderame@unisa.it
bbenocci@unisa.it

 

 

 

Ascolta il Podcast della Tavola Rotonda del 12.12.2019

 


RSS  |  Facebook